PITTart - Pitture e artisti in mostra permanente
Pitture e artisti in mostra permanente


 Home pageHome Page     Notizie d'ArteNotizie Arte     Calendario d'arte - CalendARTECalendario d'Arte - CalendArte    Tutte le iscrizioni a PITTart.comTutte le iscrizioni     Richiedi il tuo sito WebMio Sito Web    L'angolo del critico d'arteL'angolo del critico d'Arte    Incontri con l'arte - interviste agli artistiIncontri con l'Arte    Artisti sezione interattivaArtisti

Il critico d'arte Sandra Lucarelli racconta l'arte

Articoli critici della Prof.ssa Sandra Lucarelli inerenti la pittura dell'artista archeologa Anna Maria Guarnieri








Opere di Anna Maria Guarnieri

La pittrice Anna Maria Guarnieri Sulle orme degli Argonauti l'arte di
Anna Maria Guarnieri

Articoli della Prof.ssa Sandra Lucarelli Sandra Lucarelli

Non ci sorprende la terra, perché ci ha già rivelato ogni materia. La creta del mito erige le città e la leggenda fa da fondamenta. dal libro aperto della storia passano i respiri delle epoche e le voci dei tempi lontani. Noi siamo come gli argonauti, alla ricerca del vello d'oro. E' quanto ci dice Anna Maria Guarnieri, argonauta del terzo millennio, navigante e scopritrice di tecniche che le danno la gioia del creare. Gesso, sfoglie di rame e colore, per creare una tridimensionalità, una profondità di campo, bagaglio di un viaggio infinito dentro al vello d'oro del mistero che giunge fino a noi.Scioglitrice di nodi gordiani, Anna Maria affianca la favola alla vita, là dove tutto è luce e ricordo che non si cancella. Con lei si va nelle città accoglienti, veleggiando da sponda a sponda, là dove affiorano le memorie, per non dimenticare ogni radice. I toni forti e luministici accendono ancora di più la fantasia e corrono sempre sui fili dei pentagrammi, con note di preludio. L'oro si ritrova nelle sfoglie o nelle laccature, là dove girano le ruote del tempo e si posa la nostra  Argonauta, quasi a trovar posa in una breve sosta del viaggio. Tuttavia la valigia è La dinamica delle civiltà sempre pronta per tornare a veleggiare tra fiumi secolari, canali epocali e mari millenari. Quando l'approdo è avvenuto, si getta l'ancora, tra Egizi, o Vichinghi, ingraziandosi antichi dei, tra faraoni ed eroi del Walhalla. Le civiltà si spalancano e con esse i nostri occhi, aperti alle sorprese, stupiti dalla magia di quest'artista, perenne navigante di sogni.
                                                 Prof.ssa Sandra Lucarelli

I POETICI ORFISMI DI
ANNA MARIA GUARNIERI

Le dinamiche olistiche del "Tutto-Uno", incidono sulle argomentazioni rappresentative della Guarnieri, tanto che i soggetti dell'artista, assumono connotati simbolici che i caldi colori tendono a consolidare nell'unità.
Evoluzione di nebra Il tempo ruota, come un grande ingranaggio, motore mobile di ogni azione.
"TEMPUS REGIT ACTUM" e così, in ogni società descritta e fermata sulle numerose tele dall'artista, le ere sfilano con i loro codici, leggi, costumi, diritti e le loro morali.
Nella proiezione cosmica della Guarnieri, potremmo osservare un immenso caleidoscopio che gira sull'enorme ruota di temporalità sommesse. Vettori direzionali permettono palindromi, come "ROTAS" o "SATOR" e tutto diventa poeticamente orfico e misteriosamente poetico. Le evocazioni riescono a Il tempo delle civiltà suggestionare ogni visione: Dei e Templari, fino a "Colui che è", Javè o Dio, "PATER NOSTER", nei secoli eterni. Anagramma da "penter sator", il viaggio nei simboli fa sì che gli stessi parlino con la nostra voce e si assimilino all'atto del fare, tra le colonne delle cattedrali. Tempo rettore degli atti, basamento di granito, stilobate per proiezioni di colonne, sviluppi portanti di epoche erette. La direzione dell'oltre-nauta sensibilizza questa artista, come una preghiera od una civile e laica invocazione di luce.
                   Prof.ssa Sandra Lucarelli