PITTart - Pitture e artisti in mostra permanente
Pitture e artisti
HOME   ANNA MARIA GUARNIERI  ELENCHI  ARTE  ISCRIZIONI  VIDEO  PER PITTORI  ANNUNCI  ARTICOLI  NOTIZIE 

SITE MAP

Entra nei nostri elenchi d'arte

Photography Prints

Photography Prints

Photography Prints

Anna Maria Guarnieri

Tradizioni e Civiltà

Un viaggio nelle radici culturali dell'arte di Anna Maria Guarnieri, tra tradizioni e civiltà.

Articolo dell'art manager Loredana TrestinLoredana Trestin



Oltre il Pennello: Anna Maria Guarnieri, architetto di culture e ponte per il futuro

Visitando la mostra di Anna Maria Guarnieri,”NOI EREDI DEI POPOLI DI GAIA”, personale esposta al Palazzo del Pegaso di Firenze, sede del Consiglio regionale della Toscana, mi viene spontaneo fare alcune riflessioni in base ad un’analisi degli elementi contenuti nella sua produzione creativa.
L’artista non dipinge solo con colori e forme, ma conduce un viaggio profondo attraverso le radici culturali e le sfide del nostro tempo. Ogni tratto del suo pennello e gli inserimenti materici diventano un ponte tra il passato e il presente, incanalando riflessioni tangibili per un futuro sostenibile.
Le radici culturali, rappresentate dall'albero della vita, ci collocano come eredi dei popoli di Gaia. In questo contesto, il blu della spiritualità e il rosso terracotta della terra si fondono in un equilibrio armonico, sottolineando l'importanza di una connessione profonda tra l'universo spirituale e la realtà terrena.
Guardando alle torri, simboli di civiltà passate e presenti, emergono come testimonianze delle impronte culturali che definiscono il nostro cammino. Il monito di Confucio "Lo studio senza riflessione è un'arma spuntata", ci guida a considerare le torri come lezioni viventi, progetti collettivi che richiedono riflessione e consapevolezza per evitare che la storia cada nell'oblio.
Le frequenze della musica, intrecciate nelle opere, ci conducono a un dialogo armonioso tra il nostro presente e il battito del pianeta."La musica è il suono del cuore che pensa" di Julien Green, sottolinea l'importanza di un'armonia globale, mentre le opere di Guarnieri ci suggeriscono di trovare un equilibrio tra la nostra vita frenetica e la melodia più ampia del mondo che ci circonda.
Clessidre e iconografie diventano simboli di vita, richiamando la consapevolezza del tempo come risorsa preziosa. Friedrich Nietzsche ci avverte che "la vita senza la musica sarebbe un errore" suggerendo che ogni istante è un'opportunità per plasmare il nostro futuro in un'opera d'arte in continua evoluzione.

Verso altre civiltà

Gli scritti di Loredana Trestin sull'arte di Anna Maria Guarnieri:

1) Tradizioni e Civiltà: un Viaggio nelle radici culturali. Anna Maria Guarnieri non dipinge solo con colori e forme, ma anche con la storia e le tradizioni che plasmano le sue opere. In questo capitolo, ci immergeremo nelle profondità delle tradizioni culturali, esplorando come la sua arte diventa un ponte tra passato e presente. Leggi Tradizioni e Civiltà

2) Simbologia ed Esoterismo: il linguaggio nascosto delle opere. Le opere di A.M. Guarnieri sono ricche di simbolismi e significati esoterici. Scopriremo il linguaggio nascosto dietro ogni pennellata, svelando il mistero e la profondità che caratterizzano le sue creazioni. Leggi Viaggio esoterico

3) Empowerment Sociale: l'arte come voce per il cambiamento. Attraverso gli occhi di Anna Maria Guarnieri, esploreremo come l'arte possa diventare uno strumento potente per l'empowerment sociale. Come le sue opere possono influenzare e ispirare cambiamenti nella società contemporanea. Leggi Empowerment sociale

4) Ambiente: riflessioni sulla natura e la sostenibilità. In questo capitolo, ci avventureremo nei paesaggi dipinti da A.M. Guarnieri, esaminando la sua visione dell'ambiente. Come l'arte può essere un veicolo per la riflessione sulla natura e la sostenibilità. - Prossima pubblicazione -